fbpx

Preso atto dell’informativa della privacy presto il consenso al trattamento dei miei dati personali, ad opera del titolare e/o del responsabile del trattamento stesso per le finalità e nei limiti indicati dalla menzionata informativa.*

Accetto

Industria 4.0 e Horizon 2020: STREAM-0D va verso la conclusione

1024 282 Gianluca Giordani

Day One conclude con successo
le attività di Dissemination e Exploitation per STREAM-0D e l’Industria 4.0

IL PROGETTO EUROPEO NELL’AMBITO DELL’INDUSTRIA 4.0 CHE  PUNTA AD ELIMINARE I DIFETTI NELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE.

STREAM-0D è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 “Factories of the Future”.
Grant Agreement No 723082.

Roma, 30 settembre 2020

Day One, annuncia la conclusione di STREAM-0D (stream-0d.com), il progetto Europeo nato per consentire alle Industrie un controllo sui processi di produzione in tempo reale, introducendo decisioni SMART basate sulla previsione di modelli di simulazione attraverso tecniche di ROM (Reduced-Order Modeling).

L’obiettivo principale del progetto STREAM-0D è stato lo studio e l’implementazione di soluzioni atte a consentire una maggiore efficienza produttiva, con elevati risparmi in termini di tempo e costi, al fine di spostare il processo di produzione industriale verso un approccio ZDM (Zero-Defect Manufacturing).
Il progetto è stato portato avanti da un Consorzio di dieci partner provenienti da sette paesi europei: tre istituti di ricerca o università, quattro PMI e tre sono grandi player industriali.

Day One ha gestito la comunicazione riguardante le attività del progetto ed i loro progressi, la diffusione dei risultati del progetto presso la comunità scientifica e, soprattutto, lo sfruttamento commerciale di tali risultati.
Dal punto di vista di mercato, è stato infatti dimostrato che le innovazioni tecnologiche del progetto STREAM-0D possono generare tre linee di prodotti:
• una soluzione Data Driven Model (DDM);
• una soluzione Reduced Order Model (ROM);
• una soluzione che include sia la ROM che il DDM, che poi è l’obiettivo che ha mosso l’intero progetto STREAM-0D.

STREAM-0D Un ponte verso l’Industria 4.0

«STREAM-0D ha rappresentato per Day One una grande opportunità per entrare in contatto con le tecnologie più avanzate nel settore dell’industria 4.0», afferma il nostro CEO Paolo De Stefanis,  «L’approccio proposto da STREAM-0D è totalmente in linea con la visione della nostra azienda: portare sul mercato tecnologie dirompenti in grado di migliorare prodotti o processi.»

Day One ha seguito l’intero piano di sviluppo delle soluzioni implementate per verificare se esse fossero in linea con i requisiti di mercato (End-users Validation), attraverso feedback raccolti tramite l’interazione diretta con stakeholder industriali.

Sono state portate avanti, inoltre, preziose attività di divulgazione congiunta con altri progetti finanziati dall’UE che appartengono al cluster ZDM.
Il Consorzio STREAM-0D è stato coordinato con successo da ITAINNOVA (Spagna) ed era composto da importanti aziende europee, centri di ricerca, player industriali e società di consulenza per l’innovazione e il trasferimento tecnologico: Fersa Bearings (Spagna), IES (Scozia, Regno Unito), STAM (Italia), Standard Profil (Spagna), ZF (Germania), École Centrale de Nantes (Francia), LMS dell’Università di Patrasso (Grecia), CETRI (Cipro), Day One (Italia).

Il Consorzio del progetto STREAM-0D si riunirà da remoto, il prossimo 8 ottobre 2020, per discutere i risultati del progetto davanti all’Officer della Commissione Europea.

AUTORE

Gianluca Giordani

Tutte le storie di: Gianluca Giordani

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.