fbpx

Preso atto dell’informativa della privacy presto il consenso al trattamento dei miei dati personali, ad opera del titolare e/o del responsabile del trattamento stesso per le finalità e nei limiti indicati dalla menzionata informativa.*

Accetto

Horizon 2020 – SME Instrument Fase 1: successo per KronosDNA e Day One

811 347 Gianluca Giordani

One4Two, innovativo kit contro l’infertilità, premiato con il finanziamento della Commissione Europea.


KronosDNA è uno spin-off dell’Università Federico II, frutto dell’iniziativa e della passione di tre scienziate napoletane.
Obiettivo: monitorare e contrastare l’infertilità.
Il progetto “One4Two”è stato selezionato come beneficiario di un finanziamento da 50.000 euro nell’ambito del programma SME Instrument di Horizon 2020.

Conosciamo meglio questa startup Deep-Tech attraverso le parole di Federica Cariati, CEO di KronosDNA.

“KronosDNA è una giovane azienda biomedicale specializzata in genetica della riproduzione.
 A giugno 2016 si è costituita come startup innovativa e ad aprile 2017 ha ricevuto la certificazione di spin-off dell’Università Federico II di Napoli.

Dal knowhow di KronosDNA srl – un balance tra competenze scientifiche e innovazione tecnologica – nasce e si sviluppa il progetto One4Two, di cui KronsDNA srl è unica detentrice del marchio registrato. L’avventura è iniziata quando One4Two si è aggiudicato, alla fine del 2015, il quinto posto alla Start Cup Campania e il Premio per l’Imprenditoria Femminile al PNI.

La missione di KronosDNA è quella di migliorare l’offerta diagnostica per i pazienti infertili. Lavoriamo a soluzioni che possano ottimizzare la diagnosi dell’infertilità genetica di coppia con tecnologie nuove e che consentono maggiori vantaggi». Infatti il kit è stato migliorato con un apposito software dedicato che permette di analizzare i dati velocemente e con semplicità”

Federica  racconta poi il 2018 di Kronos DNA e del lavoro con Day One nella scrittura del progetto Horizon 2020.

“Il 2018 è stato un anno di conferme, perché abbiamo completato la fase di validazione extralaboratorio e abbiamo avuto la conferma dell’interesse per One4Two da parte dei laboratori e dei ginecologi interpellati: segno che il mercato è pronto.
Grazie al contatto della nostra consulente, Caterina Siclari, abbiamo poi avuto la possibilità di conoscere la realtà dinamica e tenace di Day One! Già l’affinità del nome era stata un buon presagio! 🙂

La difficoltà maggiore per una startup Deep-Tech è lo sviluppo dell’idea verso il mercato: come ricercatrici non avevamo assolutamente gli strumenti giusti per farlo!
Quindi l’incontro con Day-One è stato fondamentale, per tradurre in pratica le nostre idee.

L’essere stati premiati dalla Commissione Europea nell’ambito dello SME Instrument, Fase 1 di Horizon 2020 rappresenta per noi uno stimolo enorme, per andare avanti e per crescere: ora puntiamo alla Fase 2!”

Chiudere un round di investimento in Italia non è semplice: abbiamo chiesto a Federica come vive una startup come KronosDNA la ricerca di capitali e quanto sono importanti i programmi di finanziamento all’innovazione come Horizon 2020?

“Non è semplice, è vero! Perché si punta su progetti con un TRL alto, forse per contenere i rischi.
Credo, inoltre, che gli incontri con gli investitori dovrebbero essere strutturati in maniera diversa, stratificando per esempio i progetti per livello di sviluppo piuttosto che per tematiche, specificando i prerequisiti, altrimenti si rischia di parlare di progetti non ancora pronti.

Nell’ultimo anno ci siamo soffermate molto a consolidare One4Two ed abbiamo puntato all’H2020, ricevendo prima il seal of excellence e poi il grant, poiché crediamo che sia un traino per ulteriori investimenti”.

 

AUTORE

Gianluca Giordani

Tutte le storie di: Gianluca Giordani

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.